VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Guadagnare con Amazon grazie a un sito e-commerce: qualche consiglio


Il programma di affiliazione che offre l’opportunità di vendere prodotti Amazon al fine di ottenere una commissione è uno dei più interessanti e apprezzati: non è raro, infatti, trovare link su blog che conducono alle pagine di Amazon su cui possono essere acquistati prodotti di ogni genere. Implementare widget o banner di questo tipo non è complicato, ma tale possibilità è valida unicamente per un prodotto, o comunque per una selezione ristretta di articoli. Diverso è il discorso nel caso in cui si sia interessati a dare vita a un sistema e-commerce vero e proprio: in tale circostanza, infatti, è necessario progettare un negozio online con un assortimento di centinaia o addirittura migliaia di articoli. Esistono, a tal proposito, degli script specifici nati con tale finalità, come associate-o-matic, che nel giro di brevissimo tempo consente di inserire tutti gli articoli di Amazon che si desiderano all’interno di un e-commerce.

I guadagni

I guadagni rappresentano un fattore molto importante per chi è interessato a creare sito amazon. Di solito il sito di Jeff Bezos permette di guadagnare sul totale dei ricavi fino al 5%, ma esistono delle occasioni speciali in cui l’entità della commissione viene innalzata fino al 10%, fermo restando che le percentuali di commissione che vengono concesse sono tanto più elevate quanto più consistenti sono le vendite. C’è bisogno, però, di un conto corrente in banca per ricevere i pagamenti, a meno che non si intenda convertire il credito che si accumula in buoni acquisto che poi potranno essere impiegati direttamente su Amazon.

Come vendere molto

Ma quali sono gli aspetti che influenzano la capacità di vendere? Di sicuro uno degli aspetti più rilevanti è la selezione dei prodotti e la relativa presentazione: a tal proposito è consigliabile non estendere troppo la scelta ma concentrarsi su prodotti di nicchia, cercando di valorizzare il più possibile le parole chiave di un determinato insieme di articoli. Insomma, provare a vendere qualsiasi cosa molto spesso non è la soluzione più vincente. Con una spesa contenuta è possibile mettere a punto un network limitato tale da garantire delle entrate supplementari.

Gli investimenti necessari

Potrebbe essere utile, a questo punto, capire se sono necessari degli investimenti rilevanti. La risposta è negativa, nel senso che la spesa che si sostiene all’inizio è destinata a essere ripagata nel giro di pochissimo tempo, e sono sufficienti le commissioni di un numero ristretto di vendite per riuscire a tornare già in pari e poi recuperare la somma spesa. Una volta che il widget viene installato, non ci si deve preoccupare di altri aspetti: la manutenzione, nei rari casi in cui si dovesse rendere necessaria, è comunque minima.

Per esempio, il già menzionato associate-o-matic è un applicativo che non fa riferimento ad alcun database: per la sua installazione ci si può affidare a pacchetti di hosting poco costosi. In realtà sono due le opzioni a disposizione in tale ambito: il primo è free, cioè gratuito, mentre il secondo è a pagamento, e prevede la concessione di una licenza della durata di un anno. Anche la versione gratuita, comunque, offre la maggior parte delle funzioni di cui si può avere bisogno; nulla vieta di adoperarla come test. Il pacchetto a pagamento costa meno di 100 dollari per i primi dodici mesi, ma l’aspetto più interessante è che non ci sono limiti per lo sfruttamento della licenza.

Questo significa che essa può venire adoperata per uno o più siti, con la sola condizione che tutti devono essere configurati su un solo account di affiliazione. Insomma, con poco si può ottenere un e-commerce che proponga prodotti Amazon di tutti i tipi, per arrivare a guadagni apprezzabili e ottenuti senza fatica.

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up