I raggi X emessi dai buchi neri contengono informazioni quantistiche codificate


I raggi X emessi dai buchi neri. L’esistenza della maggior parte dei buchi neri conosciuti è stata svelata dalla rilevazione dei raggi X emessi dal materiale stellare di accrescimento presente nelle vicinanze.

I buchi neri hanno catturato l’immaginazione collettiva per almeno un secolo. La loro presenza nell’universo è stato argomento di dibattito per lungo tempo. Comunque, la rilevazione di raggi X proveniente dal centro delle galassie (caratteristica dei buchi neri) ha messo fine alla discussione e provato la loro esistenza.

L’esistenza della maggior parte dei buchi neri conosciuti è stata svelata dalla rilevazione dei raggi X emessi dal materiale stellare di accrescimento presente nelle vicinanze. I dischi di accrescimento emettono raggi X, luce ed energia, a causa della gravità molto intensa presente in prossimità del buco nero. I fotoni X emessi vicino ai buchi neri in rotazione non solo hanno rilevato l’esistenza di questi corpi ma sembrano anche contenere messaggi quantistici nascosti.

I raggi X emessi dai buchi neri, lo studio

I raggi X emessi dai buchi neri contengono informazioni quantistiche codificate 1Un recente studio, (Photonic Bell states creation around rotating black holes – http://arxiv.org/abs/1608.06822) sostiene che i raggi X che provengono da buchi neri che ruotano ad alta velocità includano anche informazioni quantistiche, codificate tra polarizzazione e momento orbitale angolare (due qubit in ottica quantistica).

Lo spazio-tempo possiede una forma molto particolare, curvata e distorta vicino ai buchi neri rotanti: la curvatura dello spazio-tempo ruota l’angolo di polarizzazione dei fotoni emessi o presenti vicino al buco nero che codifica un qubit. La distorsione dello spazio-tempo imprime il momento orbitale angolare ai fotoni che codificano un secondo qubit.

Secondo lo studio, inoltre, più il buco nero ruota velocemente, maggiore correlazione vi è tra i qubit: di conseguenza il messaggio quantistico inviato dal buco nero nell’universo è maggiormente “forte e chiaro”.

articolo di Filomena Fotia

 

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LAST WORLD NEWS 24 - logo

LAST WORLD NEWS 24

Notizie dai quotidiani mondiali in tempo reale
scaricala ora

Scroll Up