VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Fermare l’invecchiamento. Presto un trattamento per l’uomo


image_pdfimage_print


Fermare l’invecchiamento. La scoperta potrebbe portare a trattamenti che consentiranno alle persone di rimanere sane e produttive anche in età avanzata.

I ricercatori hanno scoperto come spegnere i geni del processo di invecchiamento in alcuni vermi.

Da quanto si apprende, gli esseri umani hanno lo stesso “interruttore genetico”, per cui gli scienziati si sono mostrati ottimisti riguardo la possibilità che la scoperta potrebbe portare a dei trattamenti che consentiranno alle persone di rimanere sane e produttive anche in età avanzata.

“Non sarebbe meglio per la società se la gente potesse essere sana e produttiva per un periodo più lungo della loro vita?” Queste le parole al Daily Telegraph del professor Richard Morimoto, della Northwestern University, Illinois, che ha condotto lo studio.

“Sono molto interessato a mantenere sotto controllo il sistema il più a lungo possibile, ed ora abbiamo un bersaglio. I nostri risultati suggeriscono che esiste un modo per attivare questo interruttore genetico e proteggere le nostre cellule dall’invecchiamento, aumentando di conseguenza la loro capacità di resistere allo stress”.

I ricercatori hanno scoperto che una donna che chiameremo C. ha iniziato ad invecchiare appena otto ore dopo essere diventata adulta, a seguito di un attivazione del segnale genetico, come riportato sulla rivista Cell.

“C. ha fatto capire che l’invecchiamento non è una sommatoria di vari eventi, anche se molti pensavano che fosse così” il professor Morimoto continua, “Il risultato è stato inaspettato, trovare un interruttore genetico che ha letteralmente lanciato in la di otto ore il soggetto in età adulta con la contemporanea assenza dello shock-termico e stress cellulare.”

Fermare l’invecchiamento come?

Il team è stato successivamente in grado di fermare l’interruttore genetico e inibire la sua accensione trovando essenzialmente il modo per fermare il processo di invecchiamento.

“Vedere questo evento con i vermi è stato affascinante”, dice il professor Morimoto. “Abbiamo avuto, in un certo senso, un animale indeformabile eccellente e robusto su cui lavorare, capace di resistere a vari tipi di stress cellulare e danni proteici. Questo interruttore genetico ci dà un obiettivo per la ricerca futura “.

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up