VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Il rumore fa ingrassare, trovata associazione tra inquinamento acustico e chili di troppo


image_pdfimage_print


Il rumore fa ingrassare Studio svedese mostra associazione tra inquinamento acustico dovuto al traffico e chili di troppo sul girovita.

Clacson, automobili e motorini provocano un frastuono continuo da cui per molti è difficile trovare riparo. Spesso non abbiamo tregua neppure durante le ore notturne quando, protetti all’interno degli edifici, veniamo comunque disturbati nel sonno dal continuo brusio proveniente dalla strada. Il traffico è fonte di grande stress per gli abitanti delle grandi città, soprattutto per chi vive vicino a strade molto frequentate. La notizia è che potrebbe esserci un legame tra inquinamento acustico provocato dal traffico veicolare e i chili di troppo, soprattutto attorno al girovita. È questa la conclusione di uno studio svedese che ha osservato un’associazione tra obesità ed esposizione al rumore ambientale, fattore di grande stress fisiologico.

LO STUDIO SUGLI SVEDESI FRA I 43 E I 66 ANNI COME SI ARRIVA A CAPIRE CHE IL RUMORE FA INGRASSARE

Lo studio del Karolinska Institute, pubblicato sulla rivista Occupational & Environmental Medicine e che si è fin da subito guadagnato l’attenzione dei media, è stato condotto su 5.075 svedesi, di età compresa tra 43 e 66 anni, residenti in aree rurali e urbane, in prossimità di fonti di rumore come il traffico aereo, stradale e ferroviario di Stoccolma e seguiti per circa cinque anni. I ricercatori, già autori di una ricerca sul rapporto tra inquinamento acustico e ipertensione sullo stesso gruppo di soggetti, hanno visto che oltre i 45 decibel, rumore paragonabile a quello di una conversazione, ad ogni aumento di cinque decibel era associato un aumento del girovita di circa 0.2 centimetri. Incremento, va detto, modesto e non in grado di mettere a rischio la salute di un individuo in forma, ma che sottolinea l’importanza dei livelli sonori dell’ambiente in cui viviamo. Lo studio si è concentrato sull’aspetto acustico e non ha indagato altri fattori, come gli effetti sull’organismo degli inquinanti emessi dai veicoli produttori di rumore o fattori socioeconomici dalle ricadute sugli stili di vita potenzialmente interessanti.

IL RUMORE CAUSA STRESS E ALTERA IL SONNO QUINDI IL RUMORE FA INGRASSARE

Cautela è richiesta nell’interpretazione dei risultati di questo studio che non dimostra alcuna relazione di causalità, ma solo un’associazione tra rumore dovuto al traffico e sovrappeso. Tra le possibili cause avanzate dagli scienziati svedesi vi sarebbe l’effetto del rumore sulla qualità del sonno e sul cortisolo, ormone dello stress. L’aumento di cortisolo in risposta all’inquinamento acustico è stato dimostrato anche in precedenti studi sulle reazioni fisiologiche di stress e sappiamo che questo ormone favorisce l’accumulo di grasso addominale.

L’INQUINAMENTO ACUSTICO CAUSA ANCHE MALATTIE METABOLICHE

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), il rumore da traffico – dopo l’inquinamento atmosferico – è un grave problema ambientale in tutta Europa. I molteplici effetti sull’organismo umano, come confermato da una crescente letteratura scientifica, riguardano un aumentato rischio di malattie metaboliche e cardiovascolari, come l’ipertensione, infarto cardiaco e ictus.

di Nicla Panciera

fonte lastampa

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up