Orgasmo, cosa succede nel cervello quando si è al culmine del piacere? - KOIMANO
VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Orgasmo, cosa succede nel cervello quando si è al culmine del piacere?


Orgasmo. C’è chi lo prova raramente, chi invece è più fortunato. Il meccanismo che provoca l’orgasmo è un mistero e per tanto tempo ha fatto impazzire i ricercatori. Ora uno studio della Northwestern University cerca di fare luce su come questa macchina del piacere funzioni nel cervello.

Adam Safron, neuroscienziato del dipartimento di Psicologia del Behavior Cognition program al Weinberg College of Arts and Sciences del Northwestern, ha rielaborato decine di studi sull’argomento e ha evidenziato che il ritmo dell’attività sessuale influisce direttamente sul nostro cervello.

“E’ come spingere qualcuno su un’altalena – spiega Safron al sito Medicalpress, che ha anticipato la notizia- . La stimolazione ritmica influisce sulle onde cerebrali e sulle sue frequenze. Attraverso un processo, chiamato trascinamento neurale, se la stimolazione sessuale è abbastanza intensa e va avanti a lungo, l’attività sincronizzata si diffonde in tutto il cervello. A quel punto questa sincronia può produrre una specie di stato di trance. E’ questo l’elemento che porta all’orgasmo”.

Orgasmo. Una questione di ritmo

Il ritmo. “La sincronizzazione e il ritmo sono importanti per la propagazione del segnale nel cervello, perché i neuroni hanno maggiori probabilità di sparare se sono stimolati più volte all’interno di una stretta finestra temporale – ha spiegato Safron -. Questo mi ha fatto ipotizzare che trascinamento ritmico è il principale meccanismo attraverso si raggiunga l’orgasmo”.

Secondo Safron i risultati di questa ricerca potrebbero essere importanti per migliorare la sessualità di molte persone, spingendole a concentrarsi di più sul ritmo dei loro rapporti sessuali.

Uno stato di trance. L’idea che l’orgasmo sia collegato a uno stato di trance non è nuova, ma oggi può essere supportata da una maggiore comprensione del funzionamento del cervello.

“Potrebbe cambiare completamente il modo di vedere la propria sessualità – spiaaga ancora lo studioso – . Il sesso è una fonte di sensazioni piacevoli e di emozioni, ma è anche uno stato in cui la nostra coscienza è alterata”.

Ballo e musica. Safron ha trovato una serie di similitudini fra la sensazione che si prova durante l’orgasmo e quella che avvolge quando si sente la musica o si balla. In tutte queste situazioni il ritmo aveva un ruolo centrale e riusciva a stimolare molte sensazioni.

Un ritmo ancestrale.

“Non mi sarei aspettato che l’attività sessuale fosse così vicina alla musica e alla danza, non solo per il tipo di esperienza vissuta, ma anche per il rapporto così stretto con il ritmo”.

Secondo l’esperto, questo coincide anche con il fatto che musiche, canzoni e danze sono da sempre un momento importante dell’accoppiamento.

“Prima di questo lavoro, sapevamo quale area del cervello si attiva quando una persona ha un orgasmo – conclude Safron – .Diversi ricercatori hanno studiato i fattori ormonali e neurochimici negli animali. Ora il nostro studio fornisce un elemento in più: è tutta questione di ritmo”.

L’orgasmo femminile. Ricerche precedenti avevano evidenziato il rapporto fra orgasmo ed evoluzione. Secondo i ricercatori dell’Università di Yale e del Cincinnati Children’s Hospital, l’orgasmo femminile è frutto di un ripensamento dell’evoluzione: sviluppato nei mammiferi più primitivi per stimolare l’ovulazione in presenza del maschio, avrebbe successivamente perso questa funzione portando ad un rimodellamento dell’anatomia dei genitali femminili.

Fonte

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up