Pastore Belga Scoprire il cancro alla prostata con i cani

Scoprire il cancro alla prostata con i cani

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Cancro alla prostata. In Francia i medici si affidano ai cani per scoprire il cancro alla prostata dei loro pazienti.

Grazie ad addestramento specifico riesco ad individuare la malattia con il solo olfatto.

Non solo coccole e leccate in faccia, i cani possono essere pieni di sorprese se opportunamente preparati, è così che nascono i cani medici, privi di camice e stetoscopio ma con un nasone tuttofare.

I cani per scoprire in tempo il cancro alla prostata

Pastore Belga Scoprire il cancro alla prostata con i caniGrazie alle capacità olfattive dei cani, i medici possono effettuare dei test affidabili per l’individuazione precoce di un cancro alla prostata.

E’ la scoperta fatta da un gruppo di medici francesi. Da qualche tempo, un’equipe di medici e esperti biochimici, guidata da Olivier Cussenot, professore di urologia oncologica dell’ospedale Tenon di Parigi, ha sperimentato questo metodo che dà un responso positivo nel 91% dei casi.

Cussenot e la sua équipe hanno fatto ricorso a un cane per migliorare i test biochimici di laboratorio per l’identificazione del tumore. Il cane, un pastore belga, che già veniva addestrato ad individuare esplosivi, stupefacenti, o una persona sepolta dalla valanga, ora si sta esercitando a riconoscere l’urina.

Cussenot ha spiegato che un esemplare di pastore belga, formato a Orleans dall’aviazione militare francese, è già in grado di individuare il cancro alla prostata. Un secondo è in fase di addestramento.

Secondo uno studio dello stesso Cussenot, il margine di successo degli amici a quattro zampe nel depistaggio del cancro alla prostata è del 91%. “Una percentuale superiore a quella di qualsiasi altro test”, assicura il medico

Fonte

Articoli correlati