VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Cartucce compatibili per stampanti: cosa sapere (davvero)


Le cartucce per stampanti sono utilizzate per gestire l’inchiostro delle stampanti inkjet, quelle che si servono della tecnologia del getto d’inchiostro. Esse devono essere sostituite periodicamente tutte le volte che l’inchiostro nel serbatoio giunge a esaurimento; il costo delle varie cartucce Canon, Epson, ecc., realizzate per ogni specifico modello dai vari produttori dei settori, hanno un costo di mercato molto alto: basti pensare che, per sostituire tutte e quattro le cartucce contemporaneamente, la spesa complessiva può essere persino superiore al costo di acquisto della stampante. La soluzione più nota per abbattere la spesa è rappresentata dalla cartucce compatibili.

Cartucce compatibili: cosa sono

Le cartucce compatibili sono versioni non originali prodotte da aziende terze, spesso anche di grandi dimensioni, integrate a diversi modelli di uno stesso marchio e che presentano un costo decisamente più basso delle versioni originali.

Funzionamento e affidabilità

Le cartucce compatibili pagano lo scotto di una sorta di leggenda metropolitana che, da sempre, circola nel settore e che spiega come esse rappresentino un rischio per il funzionamento della stampante; sono in molto a sostenere che utilizzare cartucce non originali possa provocare la rottura del dispositivo. Si tratta, però, di un falso mito che non trova riscontro nella realtà dei fatti (e che probabilmente gli stessi produttori ufficiali hanno concorso a diffondere).

Qualità di stampa

La qualità della stampa delle cartucce compatibili varia a seconda della qualità del prodotto stesso: come in ogni altro settore merceologico, anche con le compatibili esistono articoli di buon livello, altri mediocri, altri ancora pessimi. Alcune cartucce offrono prestazioni quasi equiparabili a quelle delle originali, l’importante è non lasciarsi sedurre da prezzi particolarmente vantaggiosi.

Cartucce rigenerate

Un’altra alternativa per abbattere i costi è rappresentata dalle cartucce rigenerate, ovvero serbatoi originali che, giunti a fine ciclo, vengono recuperati, aggiustati, caricati e confezionati nuovamente per essere venduti, a un prezzo inferiore a quello delle originali ma a parità di performance di stampa.

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up