VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Obesità, tutta colpa dei geni


Obesità, tutta colpa dei geni. Esistono persone che non riescono a resistere a un piatto di patatine fritte o di salumi. Per questo sono più a rischio obesità. Cibi grassi poco salutari. Secondo una ricerca dell’Università di Cambridge è tutta colpa dei geni. Per questo sono più a rischio obesità.

Lo studio

Non si tratta della prima volta che una ricerca sostiene questa tesi. Gli studiosi inglesi hanno preso in esame un campione di 54 persone, offrendo loro porzioni di korma, un piatto della cucina tradizionale indiano molto calorico a base di pollo e panna, seguite da coppe di dessert con fragole e meringhe. I partecipanti hanno avuto accesso a un buffet all you can eat in cui erano presenti tre tipi diversi di pietanze con lo stesso sapore e aspetto, ma in cui il contenuto di grassi era pari al 20%, 40% e 60% delle calorie complessivo dell’alimento. In pratica alcuni piatti erano in versione light e altre no.

Colpa dei geni

Il gene. I pazienti nei quali era presente il gene dell’obesità, l’MC4R, erano più propense a mangiare cibi grassi. Secondo gli esperti questo gene, che controlla la fame e l’appetito, è presente in una persona su 1.000.

Le quantità

Hanno così osservato che, anche se non c’era una differenza complessiva nella quantità di cibo consumato, gli individui con MC4R difettoso avevano mangiato quasi il doppio della quantità di pollo con alta percentuale di grassi rispetto a chi non aveva questa caratteristica. Si è poi provato a fare lo stesso con un dolce alle fragole e meringa. In questo caso, i partecipanti potevano scegliere tra tre versioni: tutte avevano contenuto di grassi fisso ma diverso contenuto di zuccheri. In questo caso, paradossalmente, individui con MC4R difettoso mostravano di amare meno degli altri il dessert più zuccheroso.

Così si ingrassa

Una persone obesa su 100, spiegano i ricercatori, ha un difetto nel gene MC4R che li rende più propensi a mettere su peso perché li porta a preferire alimenti ad alto contenuto di grassi. Inoltre, la predisposizione verso gli alimenti grassi potrebbe essere una conseguenza dell’evoluzione umana: avrebbe aiutato in passato a far fronte a periodi di carestia grazie al maggior apporto calorico.

Fonte

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up