VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Oli da cucina: quali sono i più utilizzati?


In cucina o in qualsiasi dieta, anche mediterranea, un alimento che non può mancare è senza dubbio l’olio. Questo perché permette di immagazzinare i grassi buoni ed evitare quelli saturi, inevitabilmente presenti in alimenti di origine animale come il burro e lo strutto. In cucina, però, non esiste solo l’olio d’oliva, spesso riconosciuto anche come olio pugliese. Esistono anche delle valide alternative, tutte da provare, per piatti sì gustosi ma certamente anche più sani. Ma di quali alternative stiamo parlando? Scopritele in questa semplice guida.

1. Olio di semi di girasole

L’olio di semi di girasole è ricco di vitamina E, e possiede anche acido linoleico, una proprietà molto utile per tenere a bada il colesterolo cattivo. Quest’olio è molto utilizzato principalmente come sostitutivo del burro nei dolci. difatti esistono, ad esempio, molteplici ricette per la preparazione della pasta frolla all’olio, o per creme decisamente particolari. Spesso è usato anche a crudo per condire insalate, tartare e così via. Al contrario, però, non è consigliabile per la frittura poiché non regge le alte temperature.

2. Olio di riso

L’olio di riso viene considerato l’olio della salute, o olio light poiché detiene una serie di proprietà in grado di abbassare il livello di colesterolo e trigliceridi nel sangue. La sua caratteristica è il sapore, praticamente inconsistente e nullo. Può essere usato sempre come condimento di insalate, bruschette e così via. Inoltre, è l’alimento perfetto come sostitutivo del burro o di altri prodotti decisamente più grassi.

3. Olio di semi di mais

L’olio di semi di mais proviene dalle pannocchie di mais e detiene un gusto decisamente delicato. Come quello di girasole, anche il semi di mais è ricco di vitamina E ed è molto utile per la preparazione di cibi sani. Spesso viene usato per i dolci, per via del suo sapore poco invasivo, ma anche come condimento o per la preparazione di piatti dalle brevi cotture. Tuttavia, è poco consigliabile usarlo per la frittura poiché brucia troppo in fretta e rischia di rendere i cibi troppo unti e pesanti per l’organismo.

4. Olio di soia

L’olio di soia viene ricavato dalla soia ed è ricco di Omega 6. Solitamente viene consumato a crudo, sempre sotto forma di condimenti per cibi sani e salutari. Tuttavia, spesso viene utilizzato anche per la preparazione di una maionese light. Ha un sapore delicato, quasi impercettibile.


TAG:


LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up