Aglio, il Viagra naturale che fa bene al cuore - KOIMANO
VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Aglio, il Viagra naturale che fa bene al cuore


il Viagra naturale esiste e a quando si è parlato in Gran Bretagna, durante uno speciale TV sulle proprietà afrodisiache del vegetale le vendite nei negozi crescono del 30 per cento

LONDRA – Impennata nelle vendite di aglio. Il motivo la BBC ha mandato in onda un documentario in cui è stato detto che il comune aglio avrebbe proprietà afrodisiache tali da poter sostituire il celeberrimo Viagra.

Nei supermarket britannici si è avuta la prova che i maschi (e forse anche le signore) d’oltremanica quando si tratta di scegliere tra alito pesante ed efficienza sessuale non hanno dubbi: la seconda opzione vince senza discussioni. Ma funziona davvero? Presto per dirlo. Per ora si può parlare perlomeno di un effetto placebo sui sudditi di sua Maestà.

Viagra naturale servito in tavola

MERCATO – Al contrario non mancano prove documentali sull’effetto della notizia sulle le prestazioni dei registratori di casa dei rivenditori del prezioso alimento, con soddisfazione anche della nostrana Coldiretti:

«Dal momento della messa in onda del documentario», affermano i rappresentanti dei coltivatori italiani «l’aumento delle vendite è stato del 32 percento».

Altri alimenti che possono sostituirsi al viagra naturale

E, già che ci siamo, la Coldiretti si è anche affrettata a ricordare che

«la tradizione suggerisce anche cipolla, scalogno e peperoncino come afrodisiaci naturali». Insomma ecco forse spiegato il segreto degli amanti latini: «Gli italiani con un consumo annuo di circa 50 milioni di chili si avvantaggiano naturalmente delle proprietà afrodisiache dell’aglio consigliato come rimedio naturale dalla tradizione rurale». E pensare che da sempre c’era un alone di mistero sulla celebrata virilità italica».

Certamente bisognerà tenere conto anche degli effetti sull’alto. Ma evidentemente per gli inglesi che ne hanno acquistato grandi quantità in questi giorni non sembra essere un problema.

Fonte

 

I ricercatori hanno risolto il mistero del perché mangiare aglio può aiutare a mantenere il cuore sano.

La chiave è l’allicina, che è suddivisa nei maleodoranti composti dello zolfo, presenti nell’aglio. Questi composti reagiscono con i globuli rossi e producono idrogeno solforato, che rilassa i vasi sanguigni e permette al sangue di  scorrere facilmente.

L’Università di Alabama a Birmingham, ha pubblicato i dati della ricerca in Atti della National Academy of Sciences. Tuttavia, gli esperti britannici hanno  avvertito che l’assunzione di integratori di aglio potrebbe portare ad effetti collaterali. Il solfuro di idrogeno genera un odore di uova marce, ma a basse concentrazioni gioca un ruolo vitale nell’aiutare le cellule a comunicare tra loro e all’interno dei vasi sanguigni, stimola le cellule che formano il rivestimento a rilassarsi, permettendo che i vasi si dilatino.

Questo processo , a sua volta, riduce la pressione sanguigna, permettendo al sangue di trasportare più ossigeno agli organi essenziali, riducendo la pressione sul cuore.

Il team di  Alabama ha trattato un ratto con succo di aglio schiacciato. I risultati sono stati sorprendenti: la tensione all’interno dei vasi si è  ridotta del 72%. Ulteriori esperimenti hanno mostrato che la reazione chimica si è svolta principalmente sulla superficie delle cellule del sangue.

I ricercatori suggeriscono che la produzione di idrogeno solforato nei globuli rossi potrebbe essere usata per standardizzare  supplementi di aglio.

Il ricercatore Dr. David Kraus ha concluso:

“I nostri risultati suggeriscono che aggiungere  l’aglio nella dieta è una cosa molto buona. E’ certo che in zone in cui il consumo di aglio è elevato, come ad esempio il Mediterraneo e l’Estremo Oriente, vi è una bassa incidenza di malattie cardiovascolari.”

Judy O’Sullivan, della  British Heart Foundation, ha dichiarato:

“Questo studio suggerisce che l’aglio  può fornire alcuni benefici per la salute del cuore.

“E ‘importante notare che grandi quantità nella forma di supplemento di aglio, possono interagire con i farmaci anticoagulanti e potrebbero aumentare il rischio di sanguinamento.”

Fonte

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up