Gabriel Murta, l'arbitro di calcio estrae la pistola al posto del cartellino rosso - KOIMANO
VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Gabriel Murta, l’arbitro di calcio estrae la pistola al posto del cartellino rosso


Calciatori attenti al cartellino rosso. Nel calcio, si sa, esiste il cartellino giallo, il cartellino rosso ed ora a quanto pare anche la pistola per una sanzione più drastica. Gabriel Murta, 27 anni, l’innovativo arbitro di calcio che di professione fa il poliziotto, da quanto si dice, ha reagito ad una presunta aggressione da parte di un giocatore che lo ha preso a calci e pugni, così in preda ad un gesto di follia estrae a sorpresa una pistola. Ora dovrà affrontare una l’azione disciplinare nei sui confronti.

L’incidente scioccante è avvenuto durante il fine settimana nella partita di campionato regionale svoltasi a Brumadinho nei pressi di Belo Horizonte, la sesta città più grande del Brasile. La squadra dilettante locale, il Brumadinho appunto, stava giocando contro l’Amantes il cui nome tradotto significa “. Amanti della palla”.

L’arbitro, a partita in corso, si è diretto verso gli spogliatoi da dove sarebbe tornato con l’arma in pugno. Successivamente è stato bloccato dai guardalinee.

Il presidente della Lega Valdenir de Castro ha affermato Murta è stato preso a calci e schiaffi non si sa bene da chi, a quel punto un manager ha invaso il campo per chiedere un cartellino rosso per un giocatore della squadra rivale. Giuliano Bozzano dell’associazione Arbitri ha detto il funzionario si è sentito minacciato ed è andato a cercare un arma per difendersi. Fatto stà che ora sarà sottoposto ad una visita medica per una valutazione psicologica che potrebbe allontanarlo dai campi di gioco per sempre.

Il video shock in cui si vede l’arma in campo

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up