Koimano Logo
venerdì, 19 Ottobre, 2018

noleggio-auto

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Per chi ha in mente di cambiare la propria macchina, ma anche per le piccole e medie imprese intenzionate ad espandere o ad aggiornare il proprio parco mezzi, il noleggio a lungo termine è una delle opzioni più interessanti che si possono prendere in considerazione, anche in qualità di alternativa rispetto al classico acquisto. Il confronto tra le due formule porta a preferire il long term rent sotto molti punti di vista: una vettura di proprietà, per esempio, è caratterizzata da un valore di permuta che è destinato a calare in maniera costante con il passare del tempo, e che pertanto deve essere valutato con attenzione nel momento in cui il mezzo dovrà essere venduta. Una situazione di questo tipo non si verifica, ovviamente, se si ha a che fare con un veicolo noleggiato, che non essendo di proprietà non richiede calcoli complicati e consente di non preoccuparsi più del dovuto per il calo della quotazione.

I benefici del noleggio

Il noleggio auto per piccole imprese, per le medie imprese o per i clienti privati solleva chi ne fruisce dalle problematiche che possono essere legate alla gestione del veicolo o dei veicoli: le incombenze correlate all’acquisto includono non solo la messa su strada e l’immatricolazione, ma anche – per esempio – la necessità di sottoscrivere una polizza assicurativa e il pagamento della tassa di proprietà. Al di là dei costi effettivi, c’è da tenere conto anche del dispendio in termini di tempo che tutti questi oneri comportano. Nel caso in cui un’auto a noleggio si guasti o comunque sia vittima di un malfunzionamento, inoltre, chi è alla guida non deve temere salassi o esborsi economici paurosi: spetta alla società di noleggio, infatti, provvedere alle spese necessarie per le riparazioni.

La differenza tra il leasing e il noleggio a lungo termine

Volendo segnalare le differenze tra il noleggio a lungo termine e il leasing, quella più importante riguarda i potenziali destinatari delle due soluzioni. Per il leasing, infatti, l’accesso è limitato unicamente alle aziende e ai professionisti in possesso di partita Iva; per il long term rent, invece, non ci sono vincoli di questo tipo, dal momento che anche i privati possono usufruirne. Il leasing non deve essere paragonato a un noleggio, ma piuttosto a un affitto: è come se la società che fornisce l’auto anticipasse il totale del suo valore e se lo vedesse restituito dal cliente a rate. Una volta che il periodo di leasing è concluso, il veicolo può essere riscattato, dietro pagamento di una rata finale che, tuttavia, si basa sul valore iniziale del mezzo e non su quello attuale, che è inevitabilmente più basso a causa dell’usura e del trascorrere del tempo. Ecco perché sono rari i casi in cui la vettura in leasing viene riscattata: piuttosto si preferisce stipulare un nuovo contratto di leasing.

Gli svantaggi del leasing

Nella lista dei potenziali svantaggi che contraddistinguono il leasing è necessario inserire anche le spese per la polizza assicurativa, quelle per la manutenzione del veicolo, quelle per il soccorso stradale e quelle per eventuali altri interventi.

Quando è meglio optare per il long term rent

Ovviamente il noleggio a lungo termine non è vantaggioso se si è interessati a usare la stessa auto per una decina di anni, mentre è molto più conveniente per periodi più brevi. I titolari di partita Iva hanno la possibilità di dedurre il 20% dei costi che si sostengono, con un limite massimo pari a 3.615 euro e 20 centesimi, al netto dei costi che riguardano le prestazioni accessorie. Ovviamente gli importi devono essere distinti nelle fatture, oltre che nel contratto.