VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Planetarie: la nuova moda in cucina


Probabilmente la maggior parte delle persone avrà notato quello strumento che sempre più spesso si vede nelle trasmissioni tv che parlano di cucina, o nei video tutorial di ricette per fare pane, pizza e impasti vari. Quello strumento che monta una sola frusta (o gancio) e possiede anche la ciotola incorporata (estraibile) si chiama planetaria. E’ uno strumento utilizzato soprattutto nelle cucine professionali e nelle pasticcerie, ed è costruita con lo scopo di montare ed impastare qualsiasi ingrediente, sfruttando diversi tipi di fruste e diverse velocità. In altre parole, è uno di quegli attrezzi (come ad esempio l’estrattore) entrati solo di recente nel lessico e nelle abitudini dei cuochi amatoriali, per via del costo che l’ha reso un po’ più accessibile rispetto al passato.

La prima cosa da specificare, infatti, è che le planetarie costano, semplicemente perché sono strumenti tecnologici molto affidabili e particolarmente versatili, che si prestano ad un numero davvero elevato di utilizzi. Sono, in altre parole, dei robot da cucina pensati esclusivamente per frustare gli ingredienti, e dotati di optional che, fino a poco tempo fa, solo chi si occupava di cucina professionale poteva permettersi. Oggi, comprarle non è più un grosso problema anche grazie alla vasta scelta di modelli fra cui scegliere in base alle esigenze: se volete regalarvene una, potrete trovarle in vendita in tutti i negozi, come per esempio Unieuro, di elettrodomestici ed elettronica. A maggior ragione in questo periodo post-festivo, con un po’ di fortuna potreste trovare buone offerte date dagli sconti stagionali, oppure potete orientarvi direttamente alle versioni online degli store magari sfruttando anche un coupon Unieuro, per fare lo stesso esempio di poco sopra.

Ma torniamo alle caratteristiche della planetaria. Come già anticipato, questo strumento dispone di diverse fruste, ognuna delle quali adatta a frullare o a montare un ingrediente specifico: la frusta K, ad esempio, è perfetta per montare velocemente qualsiasi tipo di impasto, dalla pizza alle torte, mentre la frusta a filo è più delicata e, dunque, più adatta per lavorare la panna montata o per montare la maionese. La frusta a gancio è sicuramente la più potente, e consente di impastare composti molto complessi come quelli del pane o del panettone.

Per quanto riguarda i modelli di planetaria, ne esistono di diversi. Ovviamente, potrete scegliere i modelli più economici pensati per le cucine casalinghe che hanno la capacità di impastare fino a 1kg, oppure optare per modelli con diverse velocità e con un recipiente più capiente e robusto, così da poter utilizzare lo stesso strumento che utilizzano i cuochi professionisti nelle cucine e nelle pasticcerie di tutto il mondo, che di certo impastano senza problemi più di 1kg di materiale. Il consiglio, comunque, è di non scendere sotto i 325 watt di potenza: livelli inferiori, infatti, trasformano le planetarie in semplici frullatori più costosi del solito. Infine, sappiate che alcuni modelli consentono anche di aggiungere optional come pastai, miscelatori e persino tritacarne. Giusto per non farvi mancare nulla.

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up