Cancelli e recinzioni: come affrontare la scelta


Le recinzioni e i cancelli svolgono un ruolo decisivo per gli edifici che devono proteggere non solo dal punto di vista della sicurezza, ma anche a livello di impatto estetico. I compiti che essi sono chiamati a svolgere, a ben vedere, sono molteplici: per esempio, quello di delimitare gli spazi, con le proprietà che possono essere protette da accessi esterni e la riservatezza che viene sempre garantita. Ma una recinzione non serve solo a evitare gli sguardi indiscreti di chi si cura poco della privacy altrui: essa ha anche una funzione decorativa, e per questo motivo deve essere in grado di adattarsi nel migliore dei modi al contesto di cui fa parte, ben integrandosi nello stile architettonico in cui viene inserita.

I materiali di costruzione

Per chi ha in mente di compiere un acquisto in tale ambito, uno dei punti più importanti da prendere in considerazione ha a che fare con la scelta dei materiali migliori. Il ferro è, almeno sul mercato italiano, uno dei protagonisti indiscussi, mentre a livello europeo si nota un predominio dell’alluminio; se, poi, si è in cerca di una terza soluzione a cui far riferimento, la si può individuare nell’acciaio. Il prevalere del ferro sul territorio italiano è motivato senza dubbio dalla diffusa presenza di artigiani e di fabbri: questo materiale ha il pregio di adattarsi in maniera ottimale agli edifici che propongono uno stile tradizionale. Pro e contro: da un lato la facilità con cui il ferro può essere lavorato; dall’altro lato la necessità di una manutenzione costante nel tempo. Il nemico con cui bisogna fare i conti è, ovviamente, la ruggine, che richiede l’applicazione di trattamenti ad hoc che permettano di conservare l’estetica iniziale evitando che essa si rovini con il trascorrere del tempo.

Un’alternativa al ferro: l’alluminio

Soprattutto per i cancelli design, una valida alternativa rispetto al ferro può essere individuata nell’alluminio, il cui utilizzo è cresciuto in modo quasi esponenziale. I vantaggi che vengono offerti dal materiale non sono pochi: esso non si ossida e, al pari del ferro, può essere lavorato con una certa facilità; i costi, invece, sono nel complesso inferiori. L’alluminio è ideale per le nuove costruzioni e per le villette che si caratterizzano per uno stile moderno. Lo stesso si può dire per l’acciaio, che non teme minimamente la ruggine e che, però, è molto resistente: tale prerogativa è un attributo sia positivo (in termini di robustezza e di capacità di durare a lungo nel tempo) che negativo (l’acciaio è difficile da modellare). Dal punto di vista economico, i costi per l’acciaio sono maggiori rispetto a quelli per il ferro o per l’alluminio.

Le tipologie di apertura

Per i cancelli, sono due le principali tipologie di apertura tra le quali si può scegliere: quella a battente e quella scorrevole. I cancelli scorrevoli sono raccomandati nel caso in cui sia disponibile lo spazio che è necessario per l’alloggiamento del binario: la funzionalità è il loro punto di forza, anche in termini di ottimizzazione degli spazi. La soluzione a battente, viceversa, è consigliata là dove il terreno è sconnesso: si può optare per una o due ante, beneficiando di una notevole semplicità di installazione.

Il design

Infine, un aspetto da non sottovalutare è quello del design di cancelli e recinzioni: forme e colori vanno scelti in modo che si realizzi un’armonia perfetta con il contesto circostante. Per le residenze più datate, per esempio, non c’è cornice più adatta del ferro, che sa coniugare tradizione ed eleganza, mentre l’alluminio è da preferire in ambienti più moderni, anche perché mette a disposizione maggiori opportunità di personalizzazione, anche nel caso in cui si desideri l’effetto legno.

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LAST WORLD NEWS 24 - logo

LAST WORLD NEWS 24

Notizie dai quotidiani mondiali in tempo reale
scaricala ora

Scroll Up