VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Tag Archives: malattia

Clamidia, può provocare dolore nella zona del basso ventre

Clamidia, può provocare dolore nella zona del basso ventre

Clamidia. Se non diagnosticata e curata, la Clamidia nelle donne può provocare infiammazione pelvica e di conseguenza dolore nella zona del basso ventre. Ma il problema è che nella maggioranza la Clamidia non dà sintomi, e solo in una quota minore, dopo una-tre settimane dall’ infezione, si possono avere perdite anomale e irritazione, e se non […]

Continua a leggere...

Anoressia cronica, si può curare stimolando il cervello in profondità

Anoressia cronica, si può curare stimolando il cervello in profondità

Anoressia cronica. Stimolando il cervello in profondità si può curare l’anoressia cronica. La tecnica – basata sull’impianto di elettrodi in profondità nel cervello – è risultata sicura e capace di migliorare il peso e allo stesso tempo la salute mentale dei pazienti, con miglioramento dell’umore e del benessere e riduzione di ansia. Lo rivela un […]

Continua a leggere...

paralisi nel sonno Neuroni che paralizzano i muscoli durante il sonno

Paralisi nel sonno, scoperti i neuroni che paralizzano i muscoli

Paralisi nel sonno, scoperti i neuroni che paralizzano i muscoli. Nei nostri sogni ci capita di fare un po’ di tutto: a volte mangiamo, parliamo, litighiamo, corriamo, voliamo e cadiamo. Per fortuna, il nostro cervello è attrezzato per allacciarci le cinture di sicurezza: esistono infatti dei neuroni che paralizzano i muscoli durante il sonno per […]

Continua a leggere...

Leucemia mieloide acuta potrebbe avere un'origine virale o batterica

Leucemia mieloide acuta ha un’origine virale o batterica

La leucemia mieloide acuta potrebbe avere un’origine virale o batterica. È la conclusione di uno studio tutto italiano pubblicato su Scientific Reports e completamente autofinanziato con il sostegno delle associazioni di volontariato.I ricercatori dell’Università degli Studi di Milano e gli ematologi dell’ospedale Niguarda hanno scoperto che in oltre un paziente su due c’è una correlazione tra la malattia e […]

Continua a leggere...

guarire dall'AIDS uomo-guarito-con-un-trattamento-che-attacca-il-virus-dormiente-nelle-cellule

Come guarire dall’AIDS con un trattamento che attacca il virus dormiente nelle cellule

Guarire dall’AIDS, uomo guarito con un trattamento che attacca il virus dormiente nelle cellule. La notizia fa ben sperare perché, a differenza dei casi passati, l’approccio utilizzato è totalmente nuovo. Secondo uno studio inglese, che ha visto la partecipazione di diverse università (Oxford, Cambridge, Imperial College, University College London e King’s College), un uomo di […]

Continua a leggere...

nuovo farmaco per la psoriasi il-cui-meccanismo-di-funzionamento-va-a-bloccare-quei-segnali-che-favoriscono-lo-sviluppo-della-malattia

Farmaco per la psoriasi il cui meccanismo di funzionamento va a bloccare quei segnali che favoriscono lo sviluppo della malattia

Farmaco per la psoriasi, un nuovo farmaco il cui meccanismo di funzionamento va a bloccare quei segnali che favoriscono lo sviluppo della malattia. Circa l’80 per cento dei pazienti con una forma di psoriasi moderata o severa hanno visto scomparire completamente o quasi le loro lesioni grazie all’utilizzo di un nuovo farmaco testato in tre […]

Continua a leggere...

poverta-e-disagi-economici-compromettono-le-capacita-cognitive-e-anticipano-sensibilmente-linvecchiamento

Povertà e disagi economici compromettono le capacità cognitive e anticipano sensibilmente l’invecchiamento

Povertà e disagi economici compromettono le capacità cognitive e anticipano sensibilmente l’invecchiamento. Bastano un paio di decenni di povertà e di disagi economici per compromettere le capacità cognitive e anticipare sensibilmente l’invecchiamento. I cui effetti si vedono presto, quando si è ancora relativamente giovani. Anche a 50-60 anni. È in sintesi quanto indicano i risultati […]

Continua a leggere...

alzheimer-alcuni-segnali-possono-annunciare-larrivo-della-malattia

Alzheimer, alcuni segnali possono annunciare l’arrivo della malattia

Alzheimer, alcuni segnali possono annunciare l’arrivo della malattia. Si può prevedere la comparsa della malattia di Alzheimer con diversi anni di anticipo? È la domanda che si pongono molti adulti, una volta imboccato il viale della terza età. Serve una risposta chiara: al momento non c’è alcun esame diagnostico ritenuto predittivo della comparsa della più […]

Continua a leggere...

Hard disk molecolare registra gli eventi nel Dna, ricostruendo la storia di infiammazioni, malattie e tumori

Hard disk molecolare registra gli eventi nel Dna, ricostruendo la storia di infiammazioni, malattie e tumori

Hard disk molecolare registra gli eventi nel Dna, ricostruendo la storia di infiammazioni, malattie e tumori. Le cellule del corpo umano possono diventare dei computer viventi capaci di ricordare: questo grazie ad uno speciale hard disk molecolare che registra gli eventi nel Dna, permettendo di ricostruire a posteriori la storia di infiammazioni, malattie e tumori. […]

Continua a leggere...

Alzheimer distrugge la memoria ma migliora la creatività e l'efficienza di alcune aree cerebrali

Alzheimer distrugge la memoria ma migliora la creatività e l’efficienza di alcune aree cerebrali

Alzheimer distrugge la memoria ma migliora la creatività e l’efficienza di alcune aree cerebrali. Nella tragedia, spunta una nota brillante. Perché l’Alzheimer distrugge cervelli e rovina famiglie, ma in alcuni pazienti aumenta la creatività. Insegna a cantare, dipingere e scrivere versi a persone che mai lo avevano fatto in vita loro. E aumenta l’efficienza di […]

Continua a leggere...

Celiachia, identificati i geni

Celiachia, identificati i geni di rischio alla malattia

Celiachia, identificati i geni specifici che causano l’insorgere della malattia. Da uno studio tutto italiano si è aperta la strada per la determinazione della predisposizione alla celiachia, e un passo in avanti anche alle patologie autoimmuni. Lo studio del Consiglio nazionale delle ricerche (Igb-Cnr e Ibp-Cnr) ha analizzato la risposta immunitaria al glutine in relazione […]

Continua a leggere...

sindrome da stanchezza cronica dipende dall'intestino

Sindrome da stanchezza cronica dipende dall’intestino

Quello che era un indizio, oggi è un sospetto con radici ben fondate. La sindrome da stanchezza cronica dipende dall’intestino. Questo, almeno, è quanto sostiene un gruppo di ricercatori della Cornell University (Ithaca) in uno studio pubblicato sulla rivista «Microbiome ». «La sindrome da stanchezza cronica nasce dall’intestino, non dalla testa», hanno sentenziato gli scienziati, […]

Continua a leggere...

Scroll Up