VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Trasferire la mente un altro corpo. Trasferita la memoria da una chiocciola all’altra trapiantando l’RNA


Trasferire la mente un altro corpo sarà possibile. Per ora gli scienziati sono riusciti nel trasferimento della memoria grazie all’ingegneria genetica.

Gli scienziati hanno trasferito con successo un ricordo da una lumaca marina ad un’altra – ma c’è ancora molta strada da fare affinché sia possibile pagare qualcuno per cancellare i propri ricordi spiacevoli o impiantarne di nuovi come nei film “Total Recall” e “Eternal Sunshine of the Spotless Mind” (Se mi lasci ti cancello).

Punti chiave per trasferire la mente un altro corpo:

Lo studio aiuta a migliorare la comprensione della memoria da parte degli scienziati. I processi cellulari e molecolari umani sono molto simili a quelli delle lumache.

Questo, in futuro potrebbe aprire la strada a trattamenti utili a migliorare il disturbo da stress post-traumatico o l’Alzheimer.

I ricercatori negli Stati Uniti hanno realizzato l’impresa, “insegnando” per prima volta ad un gruppo di lumache aplysia – come usare una serie di scosse elettriche leggere – per associarle ad un potenziale pericolo come ad esempio un innocuo colpetto applicato all’esterno dei loro gusci.

Successivamente hanno stimolato la memoria innestata colpendo realmente l’esterno del guscio. Come risultato i molluschi marini si sono ritirati nella loro protezione in posizione in difesa per 50 secondi.

Lo stesso test è stato ripetuto su un secondo gruppo di lumache “non addestrate”, queste si sono ritirate nel loro guscio solamente per 1 secondo dopo essere state stimolate con un colpetto.

In ultimo, i ricercatori hanno iniettato l’acido ribonucleico (RNA) dalle lumache “addestrate” a quelle del secondo gruppo.

Tutte e sette le lumache che hanno ricevuto il nuovo RNA hanno poi continuato a nascondersi nei loro gusci per una media di 40 secondi dopo che gli scienziati hanno bussato sulla loro protezione. L’un articolo è stato pubblicato rivista eNeuro.

“È come se avessimo trasferito la memoria”, ha dichiarato l’autore senior dello studio, David Glanzman, dell’Università della California, a Los Angeles.

Gli scienziati in seguito, hanno anche iniettato l’RNA da un gruppo di lumache “non addestrate” ad un terzo gruppo di esemplari per assicurarsi che non fosse stata la puntura dell’iniezione a portare le lumache al cambiamento del comportamento.

Ad un esame più ravvicinato è emerso che il nuovo RNA cambia anche il modo con cui i neuroni sensoriali (ma non motori) delle lumache si comportavano in una capsula di Petri.

Trasferire la mente un altro corpo, cosa significa per la scienza e il benessere umano. I risultati dello studio potrebbero influenzare la nostra comprensione della memoria.

Da tempo gli scienziati hanno creduto credono che i ricordi fossero immagazzinati nella disposizione delle sinapsi e le connessioni tra i neuroni.

Il prof. Glanzman pensa che le cellule stesse abbiano un ruolo molto più importante in questa comprensione.

“Se i ricordi fossero conservati esclusivamente nelle sinapsi, non ci sarebbe stato verso che il nostro esperimento avrebbe funzionato. I processi cellulari e molecolari degli umani e delle lumache sono molto simili.”

Il professor Glanzman ha aggiunto che in futuro potrebbe essere possibile risvegliare e ripristinare i ricordi divenuti dormienti nei pazienti affetti da Alzheimer o potrebbe migliorare gli effetti dei disturbi derivanti dagli effetti da stress post-traumatico.

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up