VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Calendario Pirelli 2019, un occasione da non perdere firmata da Albert Watson


image_pdfimage_print


E’ arrivato il Calendario Pirelli 2019, firmato da Albert Watson.

Ispirato dal suo straordinario talento, lo scozzese Watson ha ideato una serie di scatti che insieme raccontano una storia. E di storie ne troviamo quattro, una per ogni stagione ed ognuna interpretata da una figura femminile di rilievo.

“The Cal” questo il nome dato alla sua ultima opera, raccontata con uno stile fashion vintage in cui, colori ben orchestrati, si amalgamano alla perfezione in una scenografia che racchiude il senso stesso del suo racconto. L’obiettivo principale raggiunto dal suo estro artistico, permette di mettere in evidenza l’aspetto del sogno che viene inseguito dalle quattro interpreti femminili. Ognuna delle quali è accompagnata nella storia da un compagno di viaggio.

Sotto la guida del Maestro si sono espressi i talenti di:
Gigi HadidCalvin Royal IIIMisty CopelandLaetitia CastaSergei PolulinJulia Garner, Atrid Eika e Alexander Wang.

fashion vintage. Ogni stagione, The Cal Calendario Pirelli diventa un appuntamento da non perdere per gli appassionati di moda, arte e bellezza.

Le quattro storie di vita

Misty Copeland, interpreta il ruolo di un’aspirante prima ballerina che impantanata nelle difficoltà del suo stato sociale, la porta ad esibirsi danzando in un night club di striptease. Ad accompagnarla in questo difficile percorso troviamo il suo compagno, interpretato da Calvin Royal III, anch’egli un ambizioso artista teatrale con in tasca il sogno di raggiungere i massimi livelli.

Laetitia Casta si cala nei panni di una talentuosa pittrice che sogna di entrare nell’etile di artisti che hanno influenzato la storia. Al suo fianco Sergei Polulin nel ruolo di un ballerino

Gigi Hadid impersona una ricca ereditiera di successo abituata ad avere tutto ma puntualmente tormentata dal pensiero fisso che le manca qualcosa. Le sue turbe psichiche trovano sollievo sulla spalla dell’amico Alexander Wang, che accoglie i sui stati emotivi aiutandola ad elaborarli.

Infine, l’ultimo personaggio della storia non poteva che essere la figura di una fotografa ma di stampo naturalistico, interpretata da Julia Garner. Nel suo sogno, si vede arrivare alla fama immortalando una rara pianta che un giorno, pensa possa riuscire a trovare grottescamente nel suo giardino botanico. Ad accompagnarla nell’improbabile impresa, l’amica e modella Astrid Eika.

Come Albert Watson approda al calendario Pirelli 2019

E’ una delle firme più autorevoli del panorama contemporaneo. In questa serie di quattro storie, racconta ipotetici frammenti di vita vissuti dai protagonisti che a seguito di un periodo di difficoltà riescono ad arrivare al successo. Quattro storie che in sostanza parafrasano la sua autobiografia. Infatti, lo stesso Watson, prima di divenire un grande della fotografia ha dovuto superare le difficoltà che la vita gli ha posto innanzi già alla nascita. Nato non vedente da un occhio, Watson ha sempre creduto nel suo sogno, inseguendolo e sentendolo vivo anche nei momenti più difficili.

Nella sua vita ha immortalato artisti e personaggi famosi di ogni genere, da Harper’s Bazaar ai Rolling Stone, passando per rockstar, rapper, attori e celebrità varie.

Le sue fotografie, ricche di retrospettive gli sono valse una serie innumerevole di riconoscimenti tra cui ricordiamo: il Lucie Award, un Grammy Awardtre Andy, un Der Steiger Award, un Hasselblad Masters Award; e la Centenary Medal ed il premio alla carriera assegnatogli dalla Royal Photographic Society.

Ma è nel giugno 2015 che la Regina Elisabetta II lo ha insignito all’Ordine dell’Impero Britannico (OBE) per il suo straordinario talento artistico.

Nel campo della moda ha raccontato con le sue immagini i successi di marchi storici come ChanelPradaBlumarineLevi’sGape Revlon. Fino ad arrivare al giorno d’oggi dove si reinterpreta nel calendario Pirelli 2019.

Articolo ispirato da lifeandpeople.it

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up