6 Dicembre, 2019
Ape o vespa differenze e come riconoscerle

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Ape e vespa come riconoscerle e le differenze. Questa mini guida è stata stesa con lo scopo di prevenire gli attacchi verso le amiche api spesso confuse con le più ostiche vespe. Purtroppo un po per ignoranza, un po per paura, l’essere umano, specialmente quello definito civile, tende ad uccidere qualunque insetto violi il proprio spazio aereo circostante il corpo.

Ape e vespa come riconoscerle ed evitare attacchi di panico

Spiacente di deludervi, sia le api che le vespe non sono interessate a mangiarvi vivi. Semplicemente vi si avvicinano perché hanno annusato qualcosa oppure vogliono verificare chi siete e che intenzioni avete nei confronti dell’alveare. Quindi, esattamente come farebbe un cane, una o due di loro si avvicineranno a voi per farvi capire che state entrando in uno loro spazio. Niente panico restate immobili e fate movimenti lenti. Soprattutto evitate di spaventarvi perché la vostra paura vi farà produrre dei feromoni che potrebbe metterle in agitazione.

Se volete, prendetelo come un esercizio di meditazione, se resterete in pace con voi stessi e con loro, dopo qualche giro intorno al vostro corpo vi lasceranno in pace anche se dovete lavorare ad un metro dell’alveare a patto naturalmente che non le attacchiate perché in quel caso si difenderanno con ogni mezzo.

Come riconoscere un ape

L’ape e la vespa sono due specie completamente differenti e possiamo riconoscerle semplicemente osservandole. In breve l’ape o Apis mellifera si presenta con un corpo pieno di peluria che utilizzerà per catturare il polline con cui poi darà inizio alla riproduzione delle piante su cui si è posata tramite l’impollinazione. Il nettare verrà impiegato per la costruzione di nidi cerosi, per nutrirsi e produrre miele.

Come riconoscere una vespa

La vespa, Vespula vulgaris, ha un corpo completamente privo di peluria e si si nutre prevalentemente di materiale legnoso che usa per costruire il nido cartaceo. Il corpo è a strisce molto nette di colore nero e giallo.

Questa mini guida vuole essere un atto di conoscenza atto a combattere la progressiva diminuzione di esemplari presenti in tutto il mondo.

“Se le api dovessero scomparire, al genere umano resterebbero cinque anni di vita”.
Albert Einstein