VUOI PUBBLICARE UN ARTICOLO SU KOIMANO?Contattaci

Polpo gigante, un mostro marino di 13 metri scoperto in Cile


Polpo gigante lungo 13 metri e largo cinque, l’organismo marino che si è arenato sulla spiaggia. Un analogo esemplare rinvenuto solo 107 anni fa.

Cercava balene arenate nell’estremo sud del Cile, e si è invece trovata davanti un polpo gigantesco, scoprendo poi, grazie ad uno zoologo italiano, che l’unico esemplare apparentemente simile era stato visto e fotografato nel 1896 in Florida.

La singolare avventura è accaduta il 23 giugno scorso alla veterinaria Veronica Altayò mentre, insieme alla cineasta Elsa Cabrera ed altri membri del Centro di conservazione dei cetacei (CCC), stava percorrendo la spiaggia di Los Muermos, che s’affaccia sull’Oceano Pacifico ad oltre 1.000 chilometri al sud di Santiago, alla ricerca di balenotteri finiti sull’arenile, come accade sovente in questo periodo.

Improvvisamente è apparsa ai suoi occhi un’enorme massa grigiastra semiputrefatta. Appunto un polpo lungo 12,40 metri, largo cinque ed alto uno e di ben 13 tonnellate di peso. La carcassa dell’animale – secondo gli esperti – potrebbe essere stata gettata sulla spiaggia dalle violente mareggiate che nelle ultime settimane si sono ripetute nella zona.

Ad arguire che potrebbe trattarsi di un Octupus giganteus (Polpo gigante), ampiamente citato nei trattati di criptozoologia (la scienza degli animali che vivono in ambienti inaccessibili) è stato un esperto in tale particolare branca, lo zoologo italiano Lorenzo Rossi, al quale Elsa Cabrera ha subito inviato un e-mail con foto e misure dell’inedito gigante dei mari. Ed è stato appunto lui, ha fatto sapere la cineasta in una conferenza stampa, a dirle che esiste una sola foto di un polpo simile scattata 107 anni fa in una spiaggia statunitense.

Elsa Cabrera ha anche reso noto che sono già stati inviati campioni del presunto polpo gigante Octupus giganteus ad esperti francesi, facendo però infuriare quelli locali. ‘I francesi non ce li restituiranno più’, è sbottato Esteban Carreno, esperto cileno in cefalopodi e membro del Museo nazionale di storia naturale di Santiago che ha un laboratorio specializzato su tali specie marine. Cabrera ha promesso che ne farà avere anche a lui.

Polpo gigante da dove arriva questo mostro marino

Intanto, un altro specialista cileno, Juan Carlos Cardenas, dell’organizzazione Ecooceanos, ha assicurato che gli Octupus giganteus vivono a profondità tra i 2.000 ed i 3.000 metri, che è rarissimo che risalgano alla superficie e che, probabilmente, quello scoperto da Veronica Altayò sulla spiaggia di Los Muermos arrivava da oltre la piattaforma continentale del Cile.

Ma i mostri marini più grandi sono i calamari giganti

Altrettanto misteriosi come i polipi sono i calamari giganti, cefalopodi dotati di dieci tentacoli, nessun esemplare dei quali è mai stato catturato vivo. Sono ritenuti fra le più grandi creature viventi, ma tutto quel che se ne sa è stato acquisito tramite le carcasse che ogni tanto affiorano o approdano sulle spiagge.

I calamari giganti sono il cibo preferito dei capodogli: proprio grazie ai resti trovati nello stomaco e alle cicatrici delle ventose sulla pelle dei cetacei si è potuto stabilire che ne esistono esemplari lunghi oltre trenta metri. Giusto un anno fa venne trovato morto su una spiaggia della Tasmania, in Australia, un calamaro gigante dai tentacoli lunghi 18 metri.

Fonte

LASCIA UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up